Contatta
avvocati polacchi
 
Mail our lawyer
Contattaavvocato che parla italiano
  • Home
  • Condizioni Generali di Fornitura di Servizi Legali

Studio Legale

Kuczek-Maruta

 I tuoi consulenti legali per il business

Condizioni Generali di Fornitura di Servizi Legali

Le presenti Condizioni Generali specificano il contenuto dei contratti di fornitura di servizi legali tra lo Studio Legale KUCZEK - MARUTA (di seguito: Studio) e i suoi Clienti (di seguito: Committente), salvo che siano state concordate delle condizioni  diverse in un contratto scritto tra lo Studio e il Committente. 

1. Ambito dei servizi

1.1. Il servizio fornito dallo Studio al Committente consiste nel provvedere all’assistenza legale relativa all’attività economica del Committente o delle altri questioni patrimoniali del Committente,  nell’ambito in cui lo Studio viene incaricato dal Committente (servizio legale). L’assistenza legale è mirata a garantire la tutela competente degli interessi legali del Committente, nei limiti risultanti dall’ambito del servizio legale di cui lo Studio è stato incaricato nella data pratica.

1.2. Il servizio legale sarà effettuato nell'ambito  della legge polacca e della legge dell’Unione Europea. Nell’ambito rimanente, lo Studio, per quanto possibile, farà da intermediario nel provvedimento dell’assistenza legale per mezzo di legali stranieri.

1.3. Il servizio legale consiste in particolare nella redazione dei pareri nonchè delle analisi legali o tributarie, nella redazione delle bozze dei documenti legali, nel verificare le bozze dei documenti legali, presentate dalle altre persone, nella rappresentazione del Committente nei confronti dei suoi contraenti o dipendenti nelle trattative, mediazioni e controversie e nella consulenza legale corrente, nonchè nella rappresentanza del Committente in qualsivoglia procedura legale e amministrativa, sotto riserva che la rappresentanza nelle cause penali sarà limitata all’ambito definito dalle competenze professionali degli avvocati [ovvero dei legali aventi il titolo professionale di “radca prawny”].

1.4.  Nell’espletamento del servizio legale, lo Studio è tenuto a mantenere la cura sollecita ed assidua conforme agli standard professionali di fornitura dei servizi legali e alle Norme Deontologiche Professionali degli Avvocati [Radca Prawny] (Zasady Etyki Radcy Prawnego).

1.5. Lo Studio assicura un’organizzazione dei servizi resi ai propri Clienti tale da garantire una fornitura accurata e puntuale dei servizi in tutte le questioni accettate per il servizio legale.

1.6.  Qualora il Cliente affidi allo Studio il servizio costante di consulenza legale, lo Studio è tenuto ad essere sempre a disposizione per fornire l’assistenza legale a vantaggio del Committente.

1.7. Lo Studio dichiara inoltre di essere pronto a fornire dei servizi suplementari di supporto organizzativo e commerciale nell’ambito concordato tra le Parti a vantaggio del Committente.

2. Affidamento del servizio legale

2.1. Il contratto del servizio legale costante tra il Committente e lo Studio nasce al primo incarico commissionato dal Committente e in seguito alla trasmissione dei dati del Committente (nel caso degli imprenditori: denominazione e ragione sociale, indirizzo, numero d’identificazione fiscale [NIP in sigla polacca], lo  status del contribuente dell’imposta IVA o di un’altra imposta che gli corrisponde in un altro Paese; nel caso delle persone fisiche, che non svolgono alcun attività economica: nome, cognome, indirizzo, numero d’identificazione fiscale (NIP), numero d’identificazione personale PESEL (se è stato assegnato), lo status del contribuente dell’imposta IVA o un’altra imposta che gli corrisponde in un altro Paese) ed in seguito all’accordo relativo alla rimunerazione dello Studio e dopo la conferma dell’accettazione dell’incarico  relativo alla prima pratica da parte dello Studio. Le dichiarazioni del Committente e dello Studio possono essere fatte in forma scritta, per via telefonica, a mezzo fax, tramite e-mail o personalmente durante un incontro.

2.2. Gli incarichi relativi alle pratiche nuove o le istruzioni nelle rispettive questioni possono essere trasmesse allo Studio dal Committente in forma scritta, per via telefonica, a mezzo fax, tramite e-mail o personalmente durante un incontro.

2.3. Gli incarichi nuovi o le istruzioni possono essere trasmessi da tutti i dipendenti e tutti i collaboratori fissi del Committente, a meno che il Committente non prepari unilateralmente un elenco dei nominativi o delle qualifiche delle persone autorizzate ad assegnare gli incarichi allo Studio. La determinazione di questo elenco o le sue modifiche possono avere luogo in forma scritta, per via telefonica, a mezzo fax, tramite e-mail o personalmente durante un incontro.

2.4. Gli incarichi relativi alle pratiche nuove o le istruzioni nelle pratiche individuali possono essere trasmessi ad ogni legale dal team fisso dello Studio, però è preferibile, per quanto possibile, contattare i legali che sono già coinvolti nelle pratiche legali del Committente. L’accettazione di una pratica per provvedere il servizio legale richiede una conferma chiara dello Studio in forma scritta, per via telefonica, a mezzo fax, tramite e-mail o personalmente durante un incontro.

2.5. Nel caso che allo Studio venga affidato un incarico singolo di condurre una data pratica, il contratto del servizio legale tra il Committente e lo Studio viene stipulato dopo che il Committente avra’ trasmesso i suoi dati d’identificazione di cui al punto 2.1, dopo una specificazione dell’oggetto della pratica, un accordo relativo alle condizioni di rimunerazione dello Studio per il servizio legale e una conferma che la pratica viene accettata dallo Studio. Qualora sia stato accordato un anticipo come acconto alla rimunerazione, lo Studio intraprende lo svolgimento dell’incarico dopo aver ricevuto l’anticipo. I provvedimenti dei punti 2.2. – 2.4. in merito alle trasmissioni delle istruzioni nella pratica si applicano conformemente.

3. Modalità di fornitura del servizio legale

3.1. Le modalità di fornitura del servizio legale da parte dello Studio nelle pratiche affidate allo Studio, in particolare la tempistica di realizzazione delle rispettive attività risultano dal genere della pratica, dall'ambito dell'incarico e dagli accordi presi al corrente con il Committente.

3.2. Lo Studio decide autonomamente sull’affidamento dello svolgimento dell'assistenza legale nelle rispettive pratiche, o sull’affidamento dell’incarico di particolari attività nella data pratica ai legali del team fisso dello Studio, tenendo conto del genere della pratica o dell’attività, dei tempi di realizzazione, delle qualifiche di un dato legale e della sua conoscenza della situazione legale del Committente, e nello stesso tempo l’organizzazione del lavoro riguardante le pratiche del Committente garantirà sempre l'ottimizzazione del servizio legale dal punto di vista organizzativo e quello relativo alle spese. Alcune particolari  attività possono essere affidate a degli specialisti esterni, qualora questo risulti necessario per la tutela degli interessi del Committente, sempre che il Committente non abbia niente in contrario.

3.3.  Lo Studio può condizionare l’accettazione del servizio legale in una data pratica dall'accesso alla documentazione oppure alle informazioni in possesso del Committente, definendo la modalità di  fornitura della suddetta documentazione  o delle suddette informazioni. Il Committente è esclusivamente responsabile per la veridicità e la completezza di tutti i documenti e le informazioni fornite nonchè per gli effetti risultanti dalla mancata trasmissione allo Studio delle informazioni o dei documenti che hanno importanza nella data pratica.

3.4. Per la rappresentanza legale del Committente, particolarmente nelle procedure civili, penali o amministrative, si richiede il  conferimento della procura scritta agli avvocati [radca prawny] o alle altre persone indicate dallo Studio.

3.5. Il luogo di prestazione del servizio legale è la sede dello Studio, a meno che le singole attività, a causa delle loro specificità, richiedano il loro svolgimento presso un altro luogo.

3.6. Se dovesse nascere un conflitto d’interessi tra il Committente e un altro Cliente dello Studio, lo Studio è tenuto ad informare il Committente sulla situazione verificatasi e garantire un modo di fornitura dei servizi legali a vantaggio del Committente e dell’altro Cliente coinvolto nel conflitto d’interessi, in particolare tramite l’applicazione delle procedure interne di riservatezza, in modo da garantire la piena tutela degli interessi legali del Committente. In tale situazione lo Studio si riserva tuttavia il diritto di rinunciare allo svolgimento del servizio legale ad entrambe le parti.

3.7. Lo Studio è tenuto a mantenere la riservatezza di tutti i dati e le informazioni riguardanti l’impresa del Committente oppure delle altre sue questioni patrimoniali di cui lo Studio è entrato in possesso in relazione al provvedimento del servizio legale. Quest’obbligo non riguarda le informazioni rese note pubblicamente.

3.8.  Lo Studio ha il diritto di divulgare il fatto di fornire il servizio di consulenza legale a favore del Committente e metterlo sull’elenco delle proprie Referenze.

3.9.  La responsabilità per i danni cagionati dallo Studio nello svolgimento  dell’attività di consulenza legale a favore del Committente è limitata all'importo di 1.000.000 (un milione) PLN. Questa limitazione non riguarda i danni cagionati dallo Studio in conseguenza di un mancato svolgimento intenzionale del contratto del servizio legale o in conseguenza dello svolgimento intenzionale del servizio legale in maniera impropria. Lo Studio dichiara di essere assicurato contro la responsabilità civile almeno all’ammontare sopraindicato.

3.10.   Nel caso di divulgazione ai terzi delle versioni elettroniche dei documenti che usano dei modelli creati dallo Studio, il Committente si obbliga a mettere su questi documenti  un’informazione copyright con la seguente dicitura:

„© KUCZEK – MARUTA Studio Legale, www.kuczekmaruta.pl”.

3.11. Lo Studio garantisce una conservazione  adeguata dei documenti originali di cui lo Studio è entrato in possesso nello svolgimento  del servizio legale nelle rispettive pratiche. Al termine del servizio relativo alla data pratica, i documenti originali  saranno rinviati tramite il servizio corriere alla sede del Committente, a meno che il Committente indichi un altro indirizzo per l'invio  della suddetta documentazione.

4. Rimunerazione dello Studio

4.1. Per l'effettuazione del servizio legale lo Studio riceve la rimunerazione calcolata in base al tempo effettivo dedicato all’espletamento dei servizi e in base alle tariffe orarie concordate con il Committente, salvo che sia stata concordata con il Committente una rimunerazione forfettaria per un dato servizio.

4.2. La rimunerazione oraria è pagabile mensilmente in modo posticipato per le attività effettuate in un determinato mese solare, in base alle fatture emesse dallo Studio alla fine del mese solare. Ad ogni fattura viene allegato l’elenco dettagliato di tutte le pratiche commissionate, delle attività  svolte e il tempo necessario per il loro espletamento nonché l’elenco delle spese a cui lo Studio è stato esposto.

4.3. Il pagamento forfettario viene effettuato in modo posticipato in base alla fattura IVA emessa dallo Studio dopo la realizzazione del servizio, salvo che le Parti abbiano stabilito il pagamento di un acconto verso la rimunerazione. L’elenco dettagliato dei costi supplementari relativi al servizio legale, a cui lo Studio è stato disposto durante lo svolgimento dell’incarico viene allegato alla fattura relativa al servizio legale.

4.4. Il pagamento della rimunerazione è da effettuarsi entro 14 giorni dalla data di emissione di una fattura, sul conto corrente dello Studio indicato sulla fattura, nella stessa valuta in cui sono state determinate le tariffe orarie.

4.5. Lo Studio dichiara di essere un contribuente IVA attivo autorizzato ad emettere le fatture IVA. Il Committente autorizza lo Studio ad emettere le fatture senza la sua firma.

4.6.  In caso del provvedimento al Cliente, in merito al servizio legale, di servizi supplementari, relativi al supporto organizzativo e commerciale, la rimunerazione dello Studio per tali servizi sarà corrisposta in conformità al tempo lavorativo effettivo, usando le tariffe orarie concordate per il servizio legale.

4.7. Alla rimunerazione dello Studio vengono aggiunti altri giustificati costi supplementari relativi al provvedimento del servizio legale, comprendenti in particolare i costi delle  trasferte in caso dei viaggi fuori sede dello Studio, commissionate dal Committente, i costi delle traduzioni ordinarie e giurate, i costi di tutti i pagamenti ufficiali relativi alle pratiche del Committente. I costi delle conversazioni  telefoniche, delle fotocopie dei documenti o della corrispondenza possono essere aggiunti solamente se, nell'evolversi di una data pratica, visto il suo carattere, la dimensione di quei costi supera notevolmente i costi ordinari di cancelleria e di ufficio.

4.8. In caso di trasferte fuori sede dello Studio per tutto il giorno, si assume che il servizio è durato 10 ore, salvo che il tempo lavorativo reale sia stato più lungo prendendo anche in considerazione il tempo dei viaggi, commissionati dal Committente.

4.9. Il rimborso delle spese di viaggio nell’ambito delle spese di trasferta viene effettuato in conformità alle regole seguenti:

a.         in caso di viaggi in macchina: i costi della benzina, dei pedaggi, dei parcheggi;

b.         in caso di viaggi in treno: i biglietti di prima classe e le spese del taxi per lo spostamento al luogo dello svolgimento delle attività (il tribunale, ufficio pubblico, luogo dell’incontro);

c.         in caso di viaggi in aereo: i biglietti  in classe economica se il tempo complessivo del volo non supera 5 ore  o i biglietti in classe business se la durata del volo  supera 5 ore nonché le spese del taxi per lo spostamento al luogo dello svolgimento delle attività (tribunale, ente pubblico, luogo dell’incontro);

d.         in caso di un pernottamento: costi del pernottamento di ogni persona in una camera singola presso un’hotel almeno a 3 stelle.

4.10. I costi  vengono aggiunti alla rimunerazione  al netto (senza IVA), a meno che, viste le leggi vigenti, lo Studio non possa detrarre l'IVA da un determinato  costo – in tal caso la rimunerazione  viene aumentata dalle spese insieme all'IVA.

4.11. Il Cliente è tenuto a coprire tutte le spese ufficiali relative alle pratiche assegnate allo Studio per lo svolgimento del servizio legale. Le Parti possono concordare la corresponsione di un acconto dal Committente a favore dello Studio o il pagamento di tale spesa direttamente da parte del Committente. Tale accordo può essere fatto in forma scritta, per via telefonica, a mezzo fax, tramite e-mail o personalmente durante un incontro. Se tale accordo sarà preso in relazione ai pagamenti ufficiali e lo Studio indicherà al Committente la scadenza del pagamento dell’acconto sul conto corrente dello Studio oppure la scadenza e il conto corrente bancario di un'istituzione pubblica per effettuare tale pagamento direttamente dal Committente stesso, la mancata corresponsione dell’anticipo entro la scadenza oppure il mancato transferimento di una prova di aver corrisposto il dato pagamento ufficiale entro il termine dal Committente, esonera lo Studio da qualsivoglia responsabilità per il mantenimento mancato dei termini procedurali in una data pratica, causato dalle mancanze sopra citate.

4.12. In caso di aver accordato una rimunerazione forfettaria per la conduzione della pratica in giudizio, la rimunerazione lorda dello Studio viene aumentata degli ammontari del rimborso delle spese relative alla rappresentazione in tribunale aggiudicate dal tribunale a vantaggio del Cliente, dopo che essi vengono pagati oppure riscossi dalla persona obbligata a corrisponderli e allo stesso tempo lo Studio è autorizzato a ricevere quegli ammontari a nome del Cliente ed a calcolarli verso la sua rimunerazione.

5. Provvedimenti finali

5.1. Il contratto di fornitura del servizio legale è stipulato a tempo indeterminato, salvo che  dall’ambito dell’incarico risulti esplicitamente che esso sia stipulato per il tempo necessario per il servizio legale di una data questione.

5.2.  Ciascuna delle parti ha il diritto di disdire il contratto stipulato a tempo indeterminato con un mese di anticipo alla fine del mese solare. La terminazione del contratto a causa della disdetta non influenza il modo di saldare i conti per le attività svolte nell’ultimo mese del contratto che sarà effettuato in conformità alle condizioni di cui al capitolo 4 sopra.

5.3. Le Parti concordano di risolvere tramite i negoziati qualsiasi controversia che possa insorgere dall’interpretazione o dalla esecuzione del presente contratto di fornitura del servizio legale. Nel caso in cui non sia possibile raggiungere l’accordo amichevole, la controversia sorta verrà risolta esclusivamente da un tribunale competente per la sede dello Studio.

5.4. Nel corso della durata del contratto di fornitura del servizio legale, e nei 3 anni successivi alla sua cessazione, il Committente si obbliga di non assumere nè dipendenti o collaboratori fissi dello Studio, ne` di stringere con loro una collaborazione diretta in merito a servizi legali.

5.5. Nelle questioni non disciplinate dal contratto di fornitura del servizio legale, compreso il contenuto delle presenti Condizioni Generali, si applicheranno le norme del codice civile polacco  e le altre leggi polacche in vigore.

Collaboriamo con:

Contatta avvocato che parla italiano
Contatta
avvocati polacchi